primo piano
0

TRA MUSICA E TEATRO LA LUNGA ESTATE TAORMINESE E NON SOLO… TARGATA TAORMINA ARTE

Facebook Twitter Google +   Uno splendido programma vi attende nella estate taorminese in Sicilia nella splendida cornice del Teatro Greco e romano anche a Catania. Organizzato da Taormina Arte il programma è denso e significativo ed è stata avviata la prevendita su tutti i circuiti BoxOffice e online www.boxol.it, prenotate, dunque, insieme al viaggio […]

 

Uno splendido programma vi attende nella estate taorminese in Sicilia nella splendida cornice del Teatro Greco e romano anche a Catania. Organizzato da Taormina Arte il programma è denso e significativo ed è stata avviata la prevendita su tutti i circuiti BoxOffice e online www.boxol.it, prenotate, dunque, insieme al viaggio in Sicilia anche i posti per assistere all’interessante programma: Il 21 Luglio Amleto figlio di Amleto per la regia di Andrea Elodie Moretti: si tratta di una versione dell’Amleto di William Shakespeare che trae origine dai quattro anni di scambi creativi con gli attori provenienti dall’esperienza de Les Bouffes du Nord di Parigi. In particolare segue il filo narrativo della rilettura drammaturgica che Peter Brook realizzò sull’opera nel duemila. In questa versione il linguaggio è particolarmente vivo e attuale. A seguire il 3 agosto Un canto mediterraneo in collaborazione con il Teatro Placido Mandanici. Si tratta di un progetto speciale del Teatro di Barcellona Pozzo di Gotto ideato da Sergio Maifredi con Peppe Servillo (cantante degli Avion Travel). Un canto mediterraneo è uno spettacolo che vede il coinvolgimento di cento musicisti, eccellenze del territorio seguiti dagli allievi dei tre laboratori che si sono svolti parallelamente al cartellone Teatro Mandanici con la partecipazione eccezionale di Peppe Servillo. Il 4 agosto è la volta della Orchestra a Plettro Città di Taormina, diretta da Antonino Pillitteri. Saranno eseguite musiche di Mascagni, Gioviale, Falbo, Gulotta. Si tratta di una produzione esclusiva Taormina Arte. L’Orchestra a Plettro Città di Taormina, dovunque vada, incanta il suo pubblico. In questa trasferta in tre teatri storici siciliani l’orchestra, fiore all’occhiello di Taormina, composta da mandolini, mandole, mandoloncelli, chitarre e contrabbassi, eseguirà il suo migliore repertorio. Si prosegue il 5 agosto con Il sogno di un uomo ridicolo di Fedor Dostoevskij con Gabriele Lavia nel nuovo allestimento per Taormina Arte. Il connubio Lavia- Taormina Arte è storico, armonico, intenso proprio come questa scelta teatrale, un’opera potente capace di scuotere anche gli animi più indifferenti poiché e proprio contro l’indifferenza che si batte: «tutti gli uomini hanno la possibilità di essere felici e belli». L’11 agosto: Storie di Mare l’orchestra a Fiati del Conservatorio A. Corelli di Messina diretta da Lorenzo Della Fonte sceglie di raccontare il mare in un programma vasto e sofisticato che spazia da Giuseppe Verdi Il Corsaro a Nicolai Rimskij-Korsakov Shahrazad: Il mare e la nave di Sinbad; da John Philip Sousa Hands across the Sea a Francis McBeth Of Sailors and Whales, Cinque scene da Melville; da Ralph Vaughan Williams Sea Songs a John Mackey Wine dark Sea. Il giorno dopo 12 agosto Dall’Inferno… all’Infinito…scritto e diretto da Monica Guerritore ci immerge in un viaggio letterario nell’animo umano compiuto attraverso le parole di grandi autori, che con forza e passione si sono interrogati sul senso dell’esistenza. Quello di Monica Guerritore è un cammino spirituale nell’io interiore di ciascun individuo, una performance che racconta una discesa (e ritorno) nell’animo umano compiuto attraverso i versi di autori immortali. Ancora il 17 agosto arriva Gilda Buttà pianoforte, la pianista di Ennio Morricone si esibirà in concerto in due dei teatri di pietra più belli in Sicilia. La musica di Gerschwin e dello stesso Morricone nel cuore di Catania e Tindari. È sua la mano che ha inciso la colonna sonora de “La leggenda del pianista sull’oceano e di altri capolavori, come Canone inverso, Love affair, Gli intoccabili, Frantic, Vittime di guerra, Il Papa buono, Bugsy. Ancora musica il 18 agosto con la Palermo Classica Symphony Orchestra: Metti un cielo stellato, metti un’area archeologica greca, metti un gruppo di giovani musicisti, la Palermo Classica Symphony Orchestra, una grande pianista, Sofia Vasheruk, e un grandissimo direttore, Francisco Maestre e si avranno tre concerti classici di altissimo livello. In programma il Concerto per pianoforte e Orchestra n° 2 op. 18 di Rachmaninov e Il lago dei cigni op.20 di Tchaikovsky. Si ritorna al teatro il 20 agosto con Serata d’onore con Michele Placido. Anche in questo caso si tratta di un nuovo allestimento per Taormina Arte, un recital che vuole essere un racconto, un dialogo tra artista e spettatori. Michele Placido interpreterà poesie e monologhi dei più importanti poeti e scrittori accompagnato da Gianluigi Esposito e Antonio Saturno. Il 24 agosto: Suggestioni al chiaro di Luna con Mario Galeani pianoforte, una produzione esclusiva Taormina Arte in uno scenario d’incanto, un piano e la luna si crea una magica atmosfera per uno dei pianisti più amati e bravi al mondo, Mario Galeani che eseguirà: Sonata quasi una fantasia n.14 op.27 n.2 in do diesis minore e Al chiaro di luna di L. Van Beethoven; Notturno op. 27 n.2 in re bemolle maggiore, Notturno op.48 n.1 in do minore e Polacca fantasia op. 61 in la bemolle maggiore di F. Chopin; Liebestraum n. 3 (Sogno d’amore) di F. Liszt; Isoldes Liebestod di F. Liszt e R. Wagner; Parafrasi da un concerto sul “Rigoletto” di F. Liszt e G. Verdi.

A.M.

Condividi:
  • googleplus
  • linkedin
  • tumblr
  • rss
  • pinterest
  • mail

Autore: webnetworknews

There are 0 comments

Leave a comment

Want to express your opinion?
Leave a reply!