TORNA IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI TAORMINA

66° TaorminaFilmFest

Il 19 luglio la cerimonia di chiusura al Teatro Antico.

È Il était un petit navire, film-testamento di Marion Hänsel, il titolo di apertura

Sarei morta senza di te o morirò lo stesso ….ma TU resisti Festival e meno male hai la mia età ..diventi un pò virtuale ma vinci perchè il Covid a Taormina è solo una leggenda antica: neppure un caso.

Ed allora ecco che dal 11 al 19 ci immergeremo nel grande schermo prenotando i posti anche al Teatro Greco per le distanze di rito…Ma il cinema non è distante e buca tutto malattie e virus. Se ci fosse sempre il Cinema 360 giorni all’anno nessuno si ammalerebbe ….tutti sanissimi perchè la magia di questa emozione tutta spirituale certo innalza.  E dunque il 66° TaorminaFilmFest – prodotto e organizzato da Videobank S.p.A., su concessione della Fondazione Taormina Arte Sicilia torna. Debutterà il prossimo 11 luglio e, per otto giorni, sbarcherà prevalentemente online su MYmovies mentre i 12 dodici titoli della principale categoria competitiva, destinata alle opere prime e seconde, saranno i protagonisti delle proiezioni in sala presso il Palazzo dei Congressi di Taormina, a ingresso libero e su prenotazione. Il festival, diretto da Leo Gullotta e con la selezione a cura di Francesco Calogero, si è prontamente reinventato anche di fronte all’emergenza sanitaria e, pur nel rispetto dei protocolli e delle misure precauzionali, il 19 luglio riaccenderà nuovamente le luci del grande cinema in quella suggestiva cornice naturale millenaria che è il Teatro Antico, per l’occasione nuovamente fruibile e adibito a eventi di spettacolo seppur in una inedita veste scenografica. Dunque una versione ridotta ma sempre suprema come supremi e massimi sono i sogni.  Una cinque giorni guardando fruendo vincendo le paure ancora un pò isolati ma non troppo uniti per dempre nella visione e nella visionarietà.

La cerimonia di chiusura dell’edizione, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, vedrà protagonisti i vincitori del Concorso, con la consegna dei tradizionali premi Cariddi e Maschere di Polifemo oltre ai Taormina Arte Awards alla carriera. Ed eccezionalmente sarà proprio il Direttore artistico Leo Gullotta ad accompagnare l’affezionato pubblico dell’evento sia in occasione della serata sia nel percorso di un format quotidiano, destinato al web e allo streaming, che condurrà lo spettatore a casa in un viaggio ideale tra documenti video, inedite immagini di repertorio e interventi di ospiti, che racconteranno il festival di ieri e quello innovativo e parzialmente virtuale di oggi.  Sarà quindi l’anteprima italiana di “Il était un petit navire” (There Was A Little Ship) il titolo d’apertura della sessantaseiesima edizione: il film-testamento di Marion Hänsel è l’omaggio che Taormina e il suo festival cinematografico internazionale vogliono rendere alla filmografia di quattro decadi della produttrice, regista e attrice belga dopo la recentissima dipartita.

Ed a farlo è proprio un diario di ricordi di vita e di cinema – tra Marsiglia, Anversa, Parigi, New York e le Fiandre – molto vicino ai film autoriflessivi di Agnès Varda e Chantal Akerman. Un saggio filmico-biografico, sincero e poetico.

A tra poco il programma completo

Anna Mazzaglia

Ufficio Stampa

REGGI&SPIZZICHINO Communication

Via Cola di Rienzo, 180 – 00192 Roma

Tel. +39 06 20880037

Maya Reggi +39 347 6879999

Raffaella Spizzichino +39 338 8800199

Carlo Dutto +39 348 0646089

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

Ti potrebbe interessare anche: